Leggere nuoce gravemente alla salute.

Leggere nuoce gravemente alla salute. Smettere subito.

Leggere provoca l’immersione totale in mondi nuovi, misteriosi, molto spesso bellissimi.

Leggere fa volare con la fantasia, fa diventare ricchi, mostri, geni o ribelli e la cosa più innaturale è che si possa scegliere di tornare ad essere tale, tutte le volte che lo si vuole oppure, se si preferisce, cambiare la trama, il personaggio, riscrivere il finale.

Leggere crea dipendenza: si apre un libro e non si vorrebbe lasciarlo mai, si scopre un autore e si va subito in libreria o in quel luogo sommerso che si chiama “biblioteca”, per cercare di possedere l’intera collezione, tutto quanto abbia, quell’autore, pubblicato sino ad allora e, possibilmente, anche di più.

Leggere crea allontanamento dalla maggioranza delle persone. Il “lettore forte” è colui che legge sempre e non bada ai 40°C sotto l’ombrellone, né all’intorpidimento delle dita in pieno inverno, nell’attesa che arrivi il treno. Il “lettore forte”, è colui che brama di possedere volumi e volumi, i classici, i contemporanei, persino le poesie e testi di drammaturgia ed ampliare, così, la propria libreria che considera sempre sguarnita o, perlomeno, mai “abbastanza”. Il vero lettore è colui che ha la paura di perdersi tante altre vite, altre storie, altri mondi e per questo cerca sì, di assaporare quel che legge, ma al contempo cerca di divorare il testo corrente per acquistarne altri. Il vero lettore ha gravi difficoltà a prestare i propri libri… pensa “prendetevi tutto ciò che volete: vi presto ombrelli, persino maglioni, ma per favore non chiedetemi di prestarvi i miei libri.” I libri del vero lettore sono sottolineati, sono vissuti ma non stropicciati, sono spesso conservati in buste all’interno degli zaini, valigie o borse; e in quelli già letti si trovano moltitudini di cartoline, segnalibri e biglietti del cinema, del teatro o di treni. Sono cose importanti, a cui il vero lettore dà molta attenzione perché gli servono per ricordare e ricontestualizzare il tempo, la circostanza, il periodo della propria vita in cui ha vissuto quella esperienza, leggendo, quell’amore, quel dolore così intenso, quel sogno così grande che valeva la pena arrivare sino all’ultima pagina tutto d’un fiato, per poi baciare quasi la copertina, e rimirarlo tra le mani, quel libro, soppesandone il valore, che è incommensurabile, chiedendosi, (tutte le volte), perché non sia riuscito IO a scrivere questa storia, se poi è esattamente la mia, ripercorre esattamente le mie emozioni, il mio modo di pensare, di parlare (ne avessi la forza), di guardare il mondo – reale – senza però riuscire ad affrontarlo, davvero.

Il vero lettore non dorme molto, piuttosto passa le notti chino sui libri, con fonti di luce improponibili per non svegliare il resto della famiglia, il vero lettore è colui che passa la giornata lavorativa nell’attesa di tornare sul tram, in metro o sul treno, per riprendere a sognare, come fa Bastian con “La storia Infinita” e il favoloso e avventuroso mondo di Atreyu.

Il vero lettore è colui che non partecipa ai chiacchiericci, ai pettegolezzi e, potendo evitare, alla vita sociale in genere. E’ più affascinato dal SUO mondo, o meglio dai SUOI mondi, infiniti, appassionanti, che riescono ad afferrarlo alla gola, anzi no: allo stomaco, rendendogli la vita (sua, quella vera), un turbinio di emozioni e pianti o scene buffe, esilaranti e divertenti, ricca di amici che non lo deluderanno mai, che non lo abbandoneranno mai, né mai lo tradiranno.

I libri sono il suo rifugio, la sua forza, il suo tempo ed i suoi soldi megli spesi, da qui all’eternità.

Ultimo  avvertimento: Non fidatevi mai di ciò che dice un “lettore forte” perché non è mai la sua unica asserzione. Un vero lettore racchiude dentro di sè un bagaglio di esperienze, un background personale, un’esplosione di personaggi, caratteri e modi di essere, che farebbero invidia ad un ultracentenario.

Pubblicato da Anna racconta Anna

"Ora che era arrivato il cattivo tempo, potevamo lasciare Parigi per un qualche posto dove questa pioggia sarebbe stata neve che scendeva tra i pini e copriva la strada e i ripidi pendii delle colline e un'altezza dove l'avremmo sentita scricchiolare sotto i piedi tornando a casa la sera." ("Festa mobile" di Hernest Hemingway")

15 pensieri riguardo “Leggere nuoce gravemente alla salute.

  1. Condivido in pieno quello che hai scritto, Rebecca🌹 C’è solo un “persino” che rende bene l’idea di come la poesia sia collocata in un angolo minoritario. È così, ma me ne dolgo. Se nei romanzi il “lettore forte” assorbe in sè la vita dei personaggi, nella poesia il sé È il personaggio. Non è la vita di altri, ma la sua che viene fuori, senza intermediari se non la musica delle parole, che scorre come fosse lui a suonarla. Ma tantè! A malincuore bisogna accontentarsi.

    Piace a 1 persona

    1. Luisaaaaa!!!!!!!!!! ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤
      GRAZIE di ❤
      Ho avuto un periodo travagliato con la salute. Da quel benedetto 18/06/2020 sono diventata fragilissima ma sapere che c’è chi mi sostiene con affetto, mi aiuta molto! Ti sono fortemente grata

      Piace a 1 persona

  2. Bellissimo articolo, dove mi ci sono ritrovato completamente. Sei riuscita a descrivere con precisione che cosa sia la lettura ed è esattamente come anch’io la intendo e la vivo. Soprattutto la poesia, che mi accompagna potrei dire da sempre e, in particolare, la poesia “al femminile”, con i miei amori tutt’altro che segreti.

    Piace a 1 persona

      1. Grazie a te per aver espresso così profondamente i tuoi pensieri e per averli condivisi a tua volta. Esistono connessioni invisibili tra le persone, dettate dalle passioni, dal modo di intendere la vita. Anche questo diventa un modo per sentirsi meno soli. La lettura è una di queste modalità, con la sua profondità, con l’attenzione e la concentrazione che richiede, consapevoli che, nello stesso momento, migliaia di persone stanno a loro volta scorrendo gli occhi sulle righe di un libro, immergendosi in vite che non sono le loro.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: