Lord Tennyson’s Tears

Tears, Idle Tears Tears, idle tears, I know not what they mean,Tears from the depth of some divine despairRise in the heart, and gather to the eyes,In looking on the happy autumn-fields,And thinking of the days that are no more. Fresh as the first beam glittering on a sail,That brings our friends up from theContinua a leggere “Lord Tennyson’s Tears”

Torna a casa (*)

A 45 anni suonati, ho finalmente deciso di lasciarmi ammaliare dalla musica e ho deciso di iniziare, come fossi una quindicenne, da quel vortice di impetuosità dei Måneskìn…. Cammino per la mia città ed il vento soffia forteMi son lasciato tutto indietro e il sole all’orizzonteVedo le case, da lontano, hanno chiuso le porteMa perContinua a leggere “Torna a casa (*)”

“Erano tutti miei figli”

#fotografia #laurea #ricordi #università #carlobo #urbino #urbinocollegi #teatro #arthurniller #drammaturgia #eranotuttimieifigli #treno #bigliettotreno https://www.instagram.com/p/CO76yPdtuazIi-oo_9GW2etscYYDfJF1qF-g2M0/?igshid=16ngqv78t9t9q

“Vi ho chiamati amici”

“Nell’antichità, l’amicizia era stimata al di sopra di ogni cosa. Era considerata qualcosa di raro, di cui poteva godere solo l’uomo virtuoso ed educato, in quanto era vista come il più spirituale di ogni tipo di amore.A differenza dell’amore erotico, in cui gli amanti si amano ponendosi l’uno di fronte all’altro, gli amici si tengonoContinua a leggere ““Vi ho chiamati amici””

Solo ora ho capito quanto abbia perso nel chiudere il precedente blog. Ho perso una community che…mi amava… si, eravano in tanti a riempirmi di calore e affetto, e ora mi mancano. Mi sono chiusa in me stessa per cercare di superare un periodo troppo difficile (lo faccio sempre quando ho bisogno di metabolizzare il dolore) ma cosi facendo, oltre a perdere tutti i miei testi, ho accumulato nostalgia… per alcuni in particolare… Allora Vi abbraccio forte, augurandovi una Buona Pasqua ❤💫

Rebecca.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito