È arrivato Settembre!

Eccolo, è oggi, il primo giorno del mese di Settembre dell’anno 2021. Settembre per me è sempre stato un mese interessante, portatore di nuova semente (almeno simbolicamente), un inizio di progetti (almeno un decalogo immaginario), di buone iniziative, di propositività e di impegni non scelti ma decisivi (inizio anno scolastico, piuttosto che ripresa a pienoContinua a leggere “È arrivato Settembre!”

La parola mancante

Con le finestre spalancate, ogni estate vivo a stretto contatto con l’inquilina del piano di sopra che da luglio arriva, con i suoi pargoli, in quella che è la sua seconda casa, affinchè possano vivere giornate pressocchè piene, di mare. Lei ha una decina di anni meno di me, una decina di chili abbondanti menoContinua a leggere “La parola mancante”

Breve storia Felice 😊

Sono in mare, sono proprio in acqua, tra la riva e i vicini scogli. Galleggio, col cuore più rilassato di questi ultimi anni amari. Sto imparando, finalmente, a guardare il Creato e riempirmi di stupore e meraviglia, e gratitudine pure, a quel Dio che so che c’è e che ha deciso di rendermi Sua creatura,Continua a leggere “Breve storia Felice 😊”

Breve storia triste 🙃

Questa mattina sono riuscita a ritagliarmi un paio d’ore di mare, che faccio in modo che significhino libertà, in particolare oggi che c’è un vento quasi piacevole, e le onde, che se ti tuffi ritorni bambino. Ebbene: godevo di questo cielo azzurro e delle onde che giocano anche loro, evitando le regole della maturità: sarannoContinua a leggere “Breve storia triste 🙃”

Ripenso ancora a quel tuo ultimo saluto. Doveva essere un abbraccio festoso, un “rieccoci!”; invece mi hai tenuta a lungo stretta in silenzio, in un abbraccio triste e immobile. Ne percepivo il vuoto, l’assenza che provavi, quasi una sofferenza a stento trattenuta

Prime certezze infrante

Passeggio sul bagnasciuga e quasi dopo aver mosso i muscoli poco abituati al movimento, un bambino si interrompe dal giocare col compagno per chiedermi “Sei la mamma di..” Gli rispondo quasi interrompendolo, dicendo: ” No, mi dispiace”. Nel mentre, mi sono già pentita: sono stata troppo brusca, l’ho persino interrotto… poverino spero di non averloContinua a leggere “Prime certezze infrante”

Déjà vu

Mi svegliai ancora intorpidita dal sonno, un pò accaldata e con un leggero tremito nella testa, come solo quando si è bambini accade, quando si dorme a lungo nei pomeriggi caldi d’estate e ci si alza storditi, per un attimo privi di coscienza. Si rimane seduti sul letto nella stanza semioscurata, c’è silenzio intorno eContinua a leggere “Déjà vu”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito