Aveva ragione quella bambina paffutella di nome Heidi

Tutto questo tempo mi è servito:Per curarmiPer distrarmiPer vedere cose di cui non mi ero mai curata abbastanza: il cielo, le nuvole, gli alberi, il mare, la terra… e molto meno quello che prima mi riempiva gli occhi, le orecchie, la testa: la tv, film e libri.Ho ascoltato gli uccelli. Sono bellissimi, simpatici e meravigliosoContinua a leggere “Aveva ragione quella bambina paffutella di nome Heidi”

Rossa come la Fortuna

Questa mattina mi sono svegliata con la bocca impastata e un gran mal di testa, dentro una Ferrari rossa fiammante. Ricordo che la sera ero tornata in quel casinò dove prima lavoravo. Mi hanno sbattuta fuori perché strizzavo l’occhio a qualche cliente, che quindi vinceva. Nessuna sporca situazione, nessun grosso imbroglio. Io sono “pulita”: nonContinua a leggere “Rossa come la Fortuna”

Never again

“Never again” She said, “Never again” Ho sentito uomini fischiettare e accennare canzoni d’amore, lì in fondo al bosco, nascosti dietro i rami e dal sopraggiungere della nebbia. Sembrava un mondo pacifico, credevo fosse un lembo di terra rimasto neutrale alla violenza e all’odio ma sentii all’improvviso la sua voce calda e impaziente esclamare conContinua a leggere “Never again”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito